domenica 31 maggio 2015

Modern Room


Ed io mi domandai rispetto al presente, quanto vasto fosse, quanto profondo fosse, quanto fosse mio.
-Kurt Vonnegut-

Come aprire gli occhi all'improvviso dopo un lungo attimo di buio e lasciarsi inondare dalla luce. Immensa, pura, rotonda, calda luce. L'aria è leggera e per un attimo i piedi nudi toccano un pavimento fresco che li rigenera. In due passi ci si può accomodare sull'enorme divano colorato. Ci si stende, lo si assapora! E la luce è così forte che si può avvicinare il volto alla stoffa e riuscire a vederne le trame. Il cotone che si intreccia fine, i colori che si sposano insieme. La gioia che una miriade di sfumature assieme riesce a dare. Catapultato in un presente così tanto ben definito, sceglie questa stanza chi ha voglia di guardarsi allo specchio e contare l'ennesimo battito del proprio cuore nell'attimo stesso in cui accade. Qui, ora. Vivere il momento.
Questa è la mia idea di Modern Room. Una stanza in cui sarà facile incontrare chi non ha paura di confrontarsi, nella quale si potrà discutere come combattere, accettare e difendersi senza mai mentire a se stessi. La stanza della realtà. Del guardarsi negli occhi con accettazione perché non c'è nulla di più bello del presente che si sta vivendo.

Nessun commento:

Posta un commento